Energia pulita creata da una mattonella.


pavegen stazione francia
pavegen stazione francia

Il mondo è sempre alla ricerca di energia pulita, e ora Pavegen, una compagnia energetica ha creato qualcosa di rivoluzionario. Una pavimentazione che produce energia.

mattonella pavegen

Il funzionamento è tanto semplice quanto intelligente. Le mattonelle utilizzano il moto delle persone, che al momento del passaggio, calpestandole producono energia. Ad ogni passo, si alzano e abbassano di circa un millimetro, questo movimento produce energia, pressapoco 8 watt per ogni passo. L’energia prodotta viene immagazzinata da delle batterie speciali che potranno poi essere utilizzate per rilasciarla quando richiesto.

Energia pulita

Pavegen ha inoltre pensato di costruire queste mattonelle con materiali riciclati, utilizzando pneumatici dismessi e cemento di recupero. Si tratta quindi di energia pulita a tutti gli effetti. L’unico problema attuale è il costo delle mattonelle, ma i manager di Pavegen hanno confermato che in un paio di anni il prezzo sarebbe diminuito.

Utilizzi di Pavegen

Nel 2013 è la mattonella è stata testata nella maratona di Parigi. L’iniziativa è stata un successo e tutte le segnaletiche della gara sono state alimentate dai 40.000 corridori che hanno calpestato il breve tratto di strada costruito con i prodotti Pavegen. Sono stati generati oltre 7 KW di energia elettrica pulita.

La pavimentazione Pavegen è stata ora implementata allo stadio “Shell Football Pitch” di Rio de Janeiro, all’Aeroporto di Heathrow, Londra, alla stazione Saint-Omer, Francia, all’università Webster nel Missouri USA, alla Kia Motors, in Sud Korea e tanti altri luoghi nel mondo.

Ovviamente questo tipo di mattonella non è stata pensata e progettata per usi domestici, dove non porterebbe benefici, ma luoghi dove le persone passano e calpestano il suolo frequentemente, come una piazza, centri commerciali e luoghi simili.

Speriamo che presto venga utilizzato anche in Italia.

nigeria shell

Previous 11 città abbandonate in tutto il mondo.
Next Ci sono strutture artificiali sulla Luna?