Il segnale wow! sono alieni o comete?


radio telescopio seti
radio telescopio seti

 

Molti appassionati di UFO probabilmente non ricordano quello che potrebbe essere il più realistico segno di vita extraterrestre.

il segnale wow! di SETIla storia del segnale wow!

Il 15 agosto 1977 l’astronomo Jerry Ehman stava lavorando come volontario al SETI (Search for Extra Terrestrial Intelligence, un programma che ricerca segnali extraterrestri) e si trovava al radiotelescopio BigEar in Ohio a decodificare i segnali ricevuti. Ad un certo punto notò qualcosa di insolito, una stringa che riportava “6EQUJ5”. Il segnale risultava particolarmente anomalo, sia per potenza (2,2 gigawatt), sia per frequenza (1420 megahertz, simile a quella dell’Idrogeno) e questo lasciava intuire che fosse stato inviato da un intelligenza extraterrestre. Jerry Ehman stupito ed emozionato annotò sul foglio con i dati la parola “Wow!”.

L’idea che quello  fosse un segnale extraterrestre veniva dal fatto che sulla Terra niente poteva generare una potenza simile. Pensò inoltre che, se un intelligenza extraterrestre volesse inviare un segnale attraverso lo spazio utilizzerebbe la frequenza dell’idrogeno, un elemento abbondantemente presente in qualsiasi pianeta dell’Universo. Dunque secondo questi parametri il segnale wow! venne considerato la prima vera prova di un esistenza extraterrestre. Il segnale, durato ben 72 secondi, fu studiato e vennero stilate varie ipotesi ma nessuna esaustiva e purtroppo non venne mai più rilevato.

Dal 1977 ad oggi al SETI

Solo oggi il segnale wow! viene ripreso in mano dall’astronomo Antonio Paris del St. Petersburg College in Florida, che avanza una nuova teoria che esclude gli extraterrestri: il segnale sarebbe stato prodotto da due comete (la 266P/Christensen e la P/2008 Y2) che passando attraverso il raggio d’azione del radiotelescopio, avrebbero interferito con il segnale e generato il “6EQUJ5”. Il segnale extraterrestre era soltanto questo?

Non tutti gli astronomi si trovano d’accordo con questa ipotesi, ma tra il 2017 e il 2018 queste due comete viaggeranno di nuovo vicino alla Terra, quindi si potrà studiare meglio il fenomeno e avere una controprova.

Clicca se vuoi vedere la pagina del tabulato del segnale wow! in versione integrale.

 

 

Previous 11 città abbandonate in tutto il mondo.
Next Ci sono strutture artificiali sulla Luna?